Amministratore-2

L’amministratore e La raccolta differenziata nei condomini

Normativa-Problematiche-Soluzioni

PROBLEMATICHE

Visto le problematiche nella Gestione della raccolta Differenziata presso il condominio, anche se è già stato predisposto delle aree come “isole ecologiche condominiali” dove sono posti i bidoni condominiali per la raccolta differenziata, il condominio ha la responsabilità di tenere tali aree adibiti alla “Raccolta Differenziata e non” e i loro contenitori in ordine nelle aree di pertinenza, provvedendo alla detergenza, disinfezione, deodorizzazione, disinfestazione e derattizzazione…

Premettendo che l’amministratore, in qualità di legale rappresentante del condominio, si impegna a gestire e tutelare i diritti a esso correlati e, per la sua qualità di mandatario, è tenuto a eseguire gli obblighi contrattualmente

assunti con la “diligenza del buon padre di famiglia” (art. 1710 c.c.).

I Rischi maggiori derivano dalla non curanza di tali aree; la normativa vigente configura gli obblighi in capo all’amministratore di condominio, il quale deve rispondere alle carenze riscontrate e di eventuali violazioni comminate infatti come cita ex art. 6 legge 689/1981 (Il proprietario della cosa che servì o fu destinata a commettere la violazione o, in sua vece, l’usufruttuario o, se trattasi di bene immobile, il titolare di un diritto personale di godimento, è obbligato in solido con l’autore della violazione al pagamento della somma da questo dovuta se non prova che la cosa è stata utilizzata contro la sua volontà”).

Tale assunto è fatto proprio anche dalla magistratura penale la quale ha stabilito che “negli edifici condominiali, l’obbligo giuridico di rimuovere il pericolo derivante dalla minacciante rovina di parti comuni della costruzione- la cui violazione integra il reato contravvenzionale di cui all’art. 677 cod. pen.incombe sull’Amministratore”, pur potendo esso risorgere in via autonoma a carico dei singoli condomini qualora, per cause accidentali, con la necessaria urgenza” l’amministratore non possa adoperarsi allo scopo suindicato

La domanda successiva per l’amministratore di condominio è la seguente: si può considerare la mancata detergenza, disinfezione e/o derattizzazione… un fattore che determina urgenza? Sappiamo bene quali possono essere le conseguenze di una mancata detergenza, disinfezione, e/o derattizzazione…

L’amministratore ha l’obbligo di provvedere all’organizzazione dei turni per la pulizia dei cassonetti, oppure se non fattibile all’affidamento del servizio a terzi a titolo oneroso come predisposto dalle leggi vigenti in considerazione anche dello smaltimento dei rifiuti speciali cod CER 16.10.02

La Detergenza comporta un rifiuto speciale? Si, (cod.CER.16.10.02) e di conseguenza va smaltito regolarmente come da leggi vigenti in materia,

vedi Il Sistema Ecology System